Archive for Cose che piacciono ai miei amici

a gentile richiesta bis, o ter, non ricordo

Lo so che questa non è una radio.
E cercando “dediche alla radio” su gùgol ho trovato quella qui su. All’inizio pensavo fosse una radio di un centro commerciale: che a quanto pare non esistono, ma se esistessero si potrebbe fare una dedica del tipo: “Santina del reparto pescheria dedica a  Pasquale del reparto cartolibreria con profonda stima e affetto Primo Appuntamento di Gigi D’Alessio”
Fatto sta che se uno
a) scrive Gentili Erinni, specificando di sapere che è un ossimoro
b) lo conosci dal 1992 io, dalla nascita laVale
come puoi dire di no?
Accontentato, caro l’avvocato:

E comunque ho guardato il sito delle dediche della radio e mi si è aperto un nuovo mondo, poetico e di grande fascino.
Mo’ che stasera il padre delle mie creature torna a casa dal ridente Veneto, lo càzzio alla grande, perché a me lui mai ha scritto via sms, sul muro davanti a casa, inciso nel tacchino arrosto, o dedicato alla radio la seguente frase:
amore mio,ke sarebbe la mia vita senza te,priva di senso,priva di tutti i piaceri ke vita può donarci e buia in eterno..sei la luce ke illumina il nostro cammino,ke mi accompagna quando non ci sei,ke scalda il mio cuore,sarei persa senza te,cesserebbe la mia vita..ringrazio il cielo ke esisti tu amore mio..ti amo immensamente..
ekkekkazzo
lalaura

Annunci

Comments (2)

the boss – 25 giugno 2008

ieri sera io c’ero.
Lo dico felice, stanca e orgogliosa. nel 2003 avevo dovuto cedere il mio biglietto all’old, per scongiugrare di partorire Bianca sul prato di san siro.
che bello, che bello, che bello.
c’erano i miei amici, c’era la giusta atmosferma, c’era bella musica, c’era la voglia di stare insieme, ballare e divertirsi. per i primi 4 pezzi c’era un audio pessimo ma dopo è andato migliorando. in barba alla Moratti, bruce ha cantato fino a mezzanotte!

grazie paolinovalentino per avermi procurato il biglietto, sei sempre il migliore!

update:

cito [copio/incollo] da qui:

“Bruce, che fa Bruce? Sempre i ragazzi delle prime file gli allungano dei cartelli con su scritti i titoli dei pezzi che vorrebbero sentire: oggi è la volta di None but the brave, roba da cultori esigentissimi, e difatti lui stesso mormora «chissà se me la ricordo… », poi è Hungry Heart a contagiare lo stadio come un´epidemia di gioia. Corre Bruce e corre San Siro, fino all´epica ferita sanguinante di Last to die («Siamo gli ultimi a morire per i nostri errori»), fino a quella orgia collettiva piena di luce che è Born to run, fino alla commovente Bobby Jean, fino all´inno multiculturale e «obamiana» di American Land, fino ad una inattesa, meravigliosa, beatlesiana Twist and Shout: e c´è chi, dopo tre ore tre di concerto, salta, chi trema, chi gioisce, chi esulta, chi piange: sì, San Siro è un´altra cosa. È ormai un corpo unico. È la storia, è la speranza. È The long walk home, come dice una delle più belle canzoni di Magic, è il ritorno a casa. È l´orgoglio di dire: bastardi, noi siamo ancora qui. Tutti insieme. “

LaVale

Comments (5)

a grande richiesta

a grande richiesta ho creato una nuova categoria che si chiama “cose che piacciono ai miei amici“.

questo primo post inaugurale contiene le prefererenze dell’Old, di barbarina, del lodi e di paolino valentino:

per l’Old un videro un po’ scontato e che mi ha fatto venire il mal di mare:

questo per paolino valentino che mi ha fatto venire una gran fame

per la barbarina con estrama gioia pubblico questo [segnalo che barbara avrebbe voluto chiamassi la categoria: “cose con cui la sani passerebbe un’oretta“]:

ibra.jpg

per il lodi [anche qui godo come un riccio pernsado all’Old che si incazzerà]

uma-thurman-000.jpg

dida.jpg

besos amigos

LaVale

Comments (1)