Archive for Cose che cuciniamo

corso di panificazione

corso-pane-9-11-08-56 

ieri sono stata tutto il giorno in cascina brera a fare il corso di panificazione … mani in pasta e via con grissini, pani multi cereali, pizze e risate. la simaptica e brava insegnate catia [con la c per fortuna e non con la K che non mi piace] ci ha svelato tutti i segreti del pane fatto con la pasta e lievito madre ci ha fornito comoda dispensa con ricettine e ci ha spacciato un po’ della sua pasta madre prelibata. non mi resta che credere  e proseguire senza farmi prendere dallo sconforto.
Bianca quando sono arrivata a casa con una sola, bella pagnotta mi ha guardato e ha detto: tutto il giorno per fare solo questo?!?! … FETENTE!

qui tutte le foto http://picasaweb.google.it/catia717/CorsoDiPanificazione91108?authkey=yzdE-ItdlYY#

LaVale

Comments (7)

faccio io

Dunque siamo rientrati dalle vacanze ormai da (troppo) tempo, e, banale lo so, tempo di grandi progetti.
1) sto mettendomi seriamente all’opera sul banchetto orafo. cercando anche un buco fuori casa dove mettermi al lavoro, almeno libero un po’ di spazio in questa casa che, se avesse la mia stessa tendenza ad allargarsi e non viceversa sarebbe meglio.
2) basta comprare pane. faccio io
3) questa mattina sono andata qui con mio padre: code spaziali, ma si risparmia, non è vero quello che dicono che la verdura costa come al super. Costa meno: soprattutto formaggi e carne (però alle 10 era rimasta ben poca roba, tra la carne): ad ogni modo mi son presa i bravi indirizzi dei produttori presenti: prossima tappa: carne e formaggi direttamente in cascina. Spesa per 4 famiglie, e si divide. E ciao
Ho trovato anche il mitico caglio, che, insieme al latte (1€ al litro) preso sempre al consorzio agrario di via Ripamonti, mi serivirà per preparare il formaggio. Domani mattina. Se mi vien bene vi dico.
4) domenica siamo andati in un posto splendido. Dove c’era un sacco di gente ma è talmente grande che sembrava di esser soli. Sofia si è innamorata di un maialino tailandese, Peggy, Vittoria chiacchierava con le capre, insomma: per chi ha bambini è una meraviglia. Per chi non li ha anche: vai lì, mangi bene, spendi poco, è a 30 km da Milano, stai in mezzo agli animali, nel verde, è tranquillo, i tipi sono rilassati… Poi metto foto, ché Mik si è scaricato le foto sul suo pc…
Adesso vado a cercare le ricette per fare il formaggio.
Poi magari lavoro anche, eh…
lalaura

Comments (3)

midollo 100%

Oggi faceva freddo, ed ero pure solo a cena. Il momento ideale per estrarre dal freezer tre ossibuchi che aspettavano da qualche tempo di essere cucinati: serve il freddo, perchè l’ossobuco si mangia molto caldo, e serve essere soli perché se Chiara sente l’odore dell’ossobuco soffre.

Ma vale la pena di scrivere un post sull’ossobuco? Si, perché l’ossobuco è meraviglioso.

A casa mia vige la regola che l’ossobuco è un cibo senza fronzoli; niente sughi, niente condimenti, niente carne attorno. Si va dal macellaio (di fiducia, se no si lascia perdere) e ci si fa affettare un bel pezzo di femore di vacca (il pezzo migliore è verso la parte centrale del femore, almeno secondo me), senza carne attaccata attorno, che quella carne filacciosa e grassa non ci piace, e poi si mettono a cuocere i pezzi di femore nell’acqua bollente, senza sale, senza verdure, senza niente. Nel frattempo si mette a tostare del pane (e in questo caso avevo il pane fatto in casa e poi surgelato). Quando il pane è tostato e l’ossobuco cotto si mette il midollo sul pane, un pizzico di sale sopra e si mangia. Se c’è più di un ossobuco, mentre si mangia il primo si lasciano gli altri a cuocere, perché il midollo dev’essere caldissimo.

Il midollo è un cibo strano. Se ci pensi su, è meglio lasciar perdere; se lo mangi e basta è la cosa più buona del mondo.  Non lo puoi mangiare tutti i giorni, annoierebbe, ma solo il fatto di avere il pacchettino di ossa in freezer è una soddisfazione.

Strano che nessun poeta abbia mai composto un’ode al midollo, e nessun pittore lo abbia ritratto.

Ecco. Burp.

ilCard

Comments (6)

martedì pesce

Al mercato vicino casa c’è un banchetto del pesce che ti chiama a gran voce.
Oggi mi ha fatto pure lo sconto perché con la scusa che ho dato a una signora la ricetta dei gamberoni come li faccio stasera, gliene ho fatti comprare il doppio.Quindi:
primo: mezzi paccheri con coda di rospo a pezzetti, qualche scampo, qualche cicala di mare sbattuti lì con due pomodorini spellati saltati in olio e aglio. Prezzemolo alla fine. Ma non troppo
secondo (sarebbe antipasto, ma vabbè): prendere i gamberoni, farli passare 1 minuto per parte su una padella di ferro rovente. Pulire e mettere in una infusione fatta prima con 1 limone, 1 arancio, olio, aglio, sale e prezzemolo sbattuti. Mangiare tiepido.
Figata, con il caldo mi vien voglia di cucinare solo pesce…
lalaura

Lascia un commento

istruttore cercasi

dunque, grazie a questo blog, che frequento quotidianamente, oggi ho fatto le orecchiette.
Ho bisogno di qualcuno che mi faccia una demo live, perché io ho seguito pedissequamente le istruzioni nel video, ma le orecchiette, pur buonissime, son venute quadrate…
orecchiette1.jpg
ringrazio le figlie per la collaborazione 🙂
lalaura

Comments (1)

la dieta perfetta

Come ho fatto a non pensarci prima?
Adesso vi confido come fare la dieta perfetta: aggratis, ché io sono avida, ma dei soldi non mi interessa nulla. Lo so che il ragionamento non è logico, ma ci sta comunque, nei fatti.
Allora:
prendere due bambine: il fatto che frequentino rispettivamente il primo anno di scuola materna e il primo di asilo nido  corrisponde a un elevato valore aggiunto rispetto al raggiungimento degli obiettivi.
far venire, a turno, acetone e/o virus intestinali vari. Sempre a turno.
Quando c’è un virus in ballo, aver cura di farselo attaccare.
Quando c’è il virus va da sé che tutta ‘sta voglia di mangiare non ce l’hai.
Quando c’è l’acetone, condividere la dieta a base di riso in bianco, tè, e poco altro.
6 kg garantiti in due mesi. Soddisfatti o rimborsati.
lalaura
PS: in questo momento pagherei -molto- per uno stracotto d’asina con polenta. Ho una fame della madonna.

Comments (7)

mi piace tutto

dunque oggi giornata di voglia di lavorare pari a zero, ma non ho tantissimo di urgente da fare
sofia a casa causa visita medica: e si cerca di fare un po’ di cosette tanto per far passare il tempo
discreto ma persistente senso di giramento di palle
scherzando con la piccola abbiamo guardato i video di spiegazione delle tecniche di cucina, guardando i quali ho fallito clamorosamente la preparazione del cornetto di carta da forno per decorare i dolci, sotto lo sguardo vigile di mia figlia, e assistita da un “eh, mamma ma non sei capace”.
anyway: voglio tutto quello che c’è qui. subito.

Comments (3)

Older Posts »