Archive for luglio, 2008

facebook

sono entrata nel loop di facebook [ho resistito fino a quando ho potuto poi ho dovuto cedere] … questa immagine al momento mi rappresenta! 🙂

LaVale

Comments (1)

mai più senza

imperdibile!

dalla descrizione sulla scheda prodotto:
” Rosario Elettronico con cuffie è un innovativo apparecchio di dimensioni ridotte, comodo e portatile. Dotato di cuffie e tracolla, il santo rosario è recitato da una voce femminile e da un coro di persone che risponde.
Il rosario digitale PREX dispone di un pulsante per selezionare il giorno della settimana desiderato, ciascuno con i suoi misteri. Semplicissimo da utilizzare, il rosario elettronico può essere ascoltato come riflessione oppure si può rispondere alle Ave Maria come di consueto. Per tutti, il rosario digitale è utile per chi viaggia, per chi vuole pregare in movimento (auto, treno,aereo, ecc.) ed è consigliato per anziani o ammalati.”

Lo voglioooooooo!!!!

LaVale

Comments (16)

alla lunga

c’è che da incazzosa e di pancia e istintiva segno di fuoco divento una pietra.
e quando sento cose spiacevoli, ho la reazione di una pietra.
una pietra perplessa, ma sempre pietra.
lalaura

Lascia un commento

autocitazione

ieri sera, prima di andare a scegliere il tatuaggio:
“se Dio esiste, Ratzinger gli sta sul cazzo”
lalaura

Comments (1)

ieri

bianca è in montagna con i nonni ieri durante la telefonata quotidiana a mia mamma la sentivo che cantava sotto la doccia “siamo figli delle scoregge” ridendo come una pazza sull’aria di siamo figli delle stelle … è proprio mia figlia, anche se mi sa che devo fare un discorsetto sulle api e sui fiori!

ieri sera abbiamo visto su Sky cinema mania “Vero come la finzione” di M. Forster [USA, 2005].

Harold Crick è un uomo che vive la propria esistenza attraverso i numeri. Conta le volte che muove lo spazzolino tra i denti, i passi che compie per arrivare alla fermata dell’ autobus, esegue a mente calcoli impossibili. Una mattina, appena svegliato e pronto a svolgere il proprio lavoro di esattore delle tasse, sente una voce femminile. La voce descrive i movimenti di Harold e ogni azione che compie. Contemporaneamente, una famosa romanziera in preda a un blocco creativo, sta proprio scrivendo la storia di quell’ uomo qualunque.

bello il film, in bilico tra reale e surreale, bella la fotografia, storia coinvolgente. il mio commento a fine film è stato: “mi è sembrato di leggere un libro” che per una come me è il massimo!

ultimi letti:
– Scarpe Italiane, H. Mankell da leggere
– l’ottava vibrazione, C. Lucarelli parte bene, poi si perde, poi riparte… disorganizo nella storia e nella narazzione ma si arriva alla fine.
– Quello che ti meriti, A. Holt, ultima rivelazione della letteratura noir nord europea, decisamente consigliato.

Sto stilando al reading list dell’estate, metto in elenco i libri già scelti, per cortesia mi date qualche altro consiglio?

– La solitudine dei numeir primi
– Firmino
– Pene d’amore, sette racconti erotici
– Una festa di compleanno, K. Panos [forse]
– Breve storia di una piccola città, T.R. Pearson

lavale

Comments (16)

è un momento orribile


che bella estate, eh?
lalaura

Comments (3)

weekend novembrino

Bellissimo week end iniziato con un tardo pomeriggio di venerdì splendido e assolatissimo in quel di Spotorno, con le due che mi hanno più e più volte schienato sulla sabbia, pretendendo che facessi finta di dormire, mentre (20 e 13 kg circa) mi facevano cavalluccio sulla pancia. Gli addominali si stanno risvegliando. Grazie, figlie!
Sabato così così: un po’ di nuvole un po’ no: mi sono goduta un pezzo di pomeriggio svaccata sul lettino con lasofi ascoltando l’ipod: alla grandissima, cito mia figlia: “la canzone con il rutto“, “la famiglia auditels“, “andiamo a ballare in puglia“. Oltre a tutto ciò, da menzionare solo un tipo che si è preso un pugno perché ha sbattuto contro un passeggino. Il pugno l’ha fatto cadere, e ha sbattuto la testa contro un gradino. Carabinieri e ambulanza che, invece di fare 10 metri per assistere il ferito hanno preferito fare il giro del paese, creare scompiglio tra i passanti, e raggiungere il suddetto dopo una corsa, a piedi, di 50 metri circa. La tempestività è una gran dote, quando si fa i volontari in ambulanza… Tocco ferro, e comunque la babysitter delle piccole fa la volontaria in ambulanza e ha portato Sofia in Croce Bianca a mettere un cerotto al piede, spiegandole che han dovuto fare un’ambulanza per i bambini, e che spesso ai bambini succede di farsi male per disobbedienza alle indicazioni degli adulti che li accompagnano. Ovazione alla babysitter: laMariagrazia, santa subito. 
Domenica due novembre, anzi no, 20 luglio, su insistenza della figlia piccola, ho dovuto investire 2 euro nelle macchinette quelle che metti la moneta ed esce la palla con la sorpresa. Geniale, quest’anno, al posto del personalmente odiatissimo Winnie the Pooh (se lo incontro in macchina lo stendo) vestito da anguria, ananas, cabina (anzi gabina) da spiaggia etc, ci sono gli oggettini gonfiabili. Si lo so che è plastica e inquina, si lo so che probabilmente l’han fatto bambini dell’età di mia figlia Sofia o quasi, si lo so quel che volete: ma vedo le mie figlie 2 giorni a settimana, abbiate pazienza…
Resta il fatto che siccome ho trovato una spada verde pisello per Sofia, quando siamo arrivati in spiaggia mi sono autoincoronata imperatrice e ho trasformato Sofia in cavaliere, anzi, cavalieressa.
Ad oggi la famiglia è composta così:
madre, cioè io: Imperatrice di Liguria
padre, Re del Monferrato
Sofia: Cavalieressa dell’Ordine dei Cavalieri di Spotorno
Vittoria: la Strega dei cavalli
no tranqui: le sorelle si voglion bene, anzi, Sofia stravede per Vittoria, il fatto che le abbia assegnato quel ruolo è dovuto al fatto che qualcuno, la strega dei cavalli, la doveva pur fare…
lalaura

Comments (1)

Older Posts »